In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Sicet titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sitoinforma l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Sicet Veneto, a Mestre convegno sul tema "Senza lavoro e senza casa non c'è famiglia"

b_400_267_16777215_00_images_immagini-articoli_move-2481718_1920.jpg

Il tema degli sfratti per morosità incolpevole sarà al centro del convegno “Senza lavoro e senza casa non c’è famiglia” che le segreterie regionali dei sindacati inquilini Sunia, Sicet e Uniat hanno organizzato per domani, martedì 26 giugno, alle 10.00, presso l’Hotel Bologna di Mestre.

Negli ultimi anni, la mancanza di lavoro o la sua precarietà, con la conseguente disoccupazione dei giovani e meno giovani, ha portato all’impossibilità per molte famiglie di conservare l'abitazione o di trovarne una nuova. Il problema ha riguardato le fasce più deboli della popolazione, come le famiglie monoreddito, che non sono più riuscite a far fronte alle rate dei mutui o ai canoni di affitto.

Nel 2017, in Veneto i provvedimenti di sfratto sono stati 3.100. La provincia più colpita è stata Verona con 866 sfratti, seguono Padova (704), Treviso (661), Vicenza (523), Rovigo (238), Venezia (57) e Belluno (51).

“Innanzitutto è necessario – scrivono in una nota i segretari generali del Veneto di Sunia, Sicet e Uniat, Ivana De Rossi, Pietro Scomparin e Mario Tozzato - combattere il caro affitti e soprattutto difendere il fondo sociale per il sostegno al pagamento del canone. È indispensabile incrementare l'edilizia pubblica e difendere i diritti degli assegnatari, ideando e concretizzando un piano straordinario per la realizzazione di alloggi destinati alla locazione a canone calmierato magari attraverso la rigenerazione urbana per offrire una risposta concreta alle persone anziane, alle giovani coppie, ai disoccupati e ai precari, insomma alle persone indigenti che non sono in grado, da sole, di provvedere alla casa”.

“Nel nostro paese – dichiara Scomparin - non è più rinviabile un piano di rilancio per l’edilizia residenziale pubblica finalizzato ad aumentare l’offerta accessibile e in primo luogo lo stock di abitazioni sociali, per uno sviluppo urbano inclusivo e sostenibile, la ripresa economica e la crescita dell’occupazione, tramite la prevalente costruzione e il recupero di alloggi pubblici a canone sociale e di alloggi in affitto a canone sostenibile”.

Il convegno sarà presieduto da Pietro Scomparin, segretario generale Sicet regionale Veneto, mentre la relazione introduttiva sarà a cura di Ivana De Rossi, segretario generale Suniat regionale Veneto.

SICET NAZIONALE

Sindacato Inquilini Casa e Territorio
Via G.M. Crescimbeni 25 - 00184 Roma
Telefoni 064958701 - 064958736
Fax 064958646