In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Sicet titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sitoinforma l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Milano, l'assessore alla casa Rabaiotti ha incontrati i sindacati degli inquilini

Si è tenuto oggi un incontro mediante teleconferenza tra l’Assessore alla Casa ed ai Servizi Sociali del Comune di Milano, Gabriele Rabaiotti, e i Sindacati Inquilini. Il tema centrale della riunione sono state le misure urgenti legate all’emergenza sanitaria in corso che spesso si intreccia in modo drammatico con l’emergenza abitativa vissuta da molte famiglie.

Abbiamo accolto positivamente la disponibilità dell’Assessore che, applicando l’Ordinanza del Sindaco Sala del 16 marzo, si sta adoperando per attivare risposte anche in ordine all’emergenza abitativa, riconoscendo come avevano richiesto le organizzazioni degli inquilini lo stretto legame tra la disponibilità di una casa e la tutela della salute pubblica.

L’assessore ci ha informato della possibilità di utilizzare alcune strutture alberghiere e alcuni alloggi non rientranti nell’edilizia residenziale pubblica (case popolari) per le famiglie senza casa in modo da tutelare la propria ed altrui salute.

Ora è importante che quest’apertura si traduca in atti concreti e coerenti e che si reperiscano in modo urgente, come abbiamo fortemente richiesto durante l’incontro, anche altre unità abitative per garantire un tetto almeno alle famiglie senza casa come ad esempio quelle che in questi giorni devono lasciare l’alloggio dove sono state ospitate a causa della preoccupazione per eventuali contagi di chi li aveva inizialmente accolti.

I Sindacati inquilini infine accolgono positivamente la sospensione dell’esecuzione degli sfratti sino al 30 giugno introdotta dal decreto legge n.18 del 17 marzo e la sospensione dei procedimenti amministrativi prevista nello stesso decreto.

Inoltre ci è stato confermato che tutte le scadenze comprese le possibilità di presentare ricorsi in via amministrativa al Comune di Milano, di rispondere all’anagrafe utenza per gli inquilini delle case popolari, di richiedere il Contributo di Solidarietà per gli inquilini in alloggio MM o di rispondere a decreti di decadenza sono sospese a recepimento dei decreti del governo.

I sindacati inquilini sono impegnati quindi, in questi giorni a verificare che le azioni prospettate si realizzino ed a segnalare, nei limiti del possibile, le emergenze che si presentano.

Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi servirà un grande impegno da parte di tutti per affrontare i danni anche economici che questa grave crisi sta già producendo in particolar modo nelle famiglie più povere. Occorrerà dedicare risorse e strumenti adeguati per rispondere all’emergenza abitativa e contributi agli inquilini in affitto per non perdere la propria casa.

Fonte: Sicet Milano

SICET NAZIONALE

Sindacato Inquilini Casa e Territorio
Via G.M. Crescimbeni 25 - 00184 Roma
Telefoni 064958701 - 064958736
Fax 064958646
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.