In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Sicet titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sitoinforma l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Sfratti, le immagini presidio delle associazioni inquilini a Montecitorio

b_400_267_16777215_00_images_immagini-articoli_WhatsApp_Image_2021-06-24_at_17.29.48.jpeg

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi il previsto presidio convocato dai sindacati degli inquilini Sunia, Sicet, Uniat e Unione Inquilini per protestare contro lo sblocco degli sfratti e per rivendicare misure che "non siano palliativi ma soluzioni serie e concrete al disagio abitativo". Per i sindacati "sono oltre 80 mila le famiglie interessate e le loro pressanti esigenze e criticità riguardano sia lo Stato centrale che Regioni, Province e Prefetture che si vedranno costrette ad affrontare nei territori questa nuova gravissima emergenza. Abbiamo sollecitato a tutti i livelli istituzionali risposte rapide ed efficaci su proposte che da tempo abbiamo avanzato, a partire dalla discussione sulla legge di bilancio 2021 e sul Milleproroghe, per soluzioni adeguate che non possono più attendere".

Tra le misure proposte dalle associazioni degli inquilini per scongiurare una crisi sociale senza proporzioni con la campagna vaccinale in corso e il rischio legato alle varianti figurano:

  • concrete garanzie del passaggio da casa a casa e adeguati contributi di sostegno economico;
  • stanziamento di ulteriori risorse al fondo di sostegno all’affitto e al fondo per la morosità incolpevole;
  • incentivi alla rinegoziazione dei canoni;
  • ristori ai proprietari che subiscono il ritardo nei canoni;
  • misure di graduazione delle esecuzioni degli sfratti, attraverso uno stanziamento adeguato e diretto ai Comuni, anche utilizzando a tal fine le risorse dei fondi di
  • sostegno all’affitto, per la morosità incolpevole ancora non ripartiti per il 2021 ed in parte anche per il 2020 oltre a quelli autonomi delle Regioni e dei Comuni;
  • una ricognizione di alloggi pubblici immediatamente disponibili;
  • accelerare le procedure lente e obbligate a criteri farraginosi e inattuali per erogare contributi agli aventi diritto;
  • avviare concretamente cabine di regia a livello delle Prefetture e dei Comuni per produrre protocolli efficaci con le forze sociali rappresentative di inquilinato e proprietà finalizzati a fornire soluzioni di accompagnamento sociale.

Durante la manifestazione i parlamentari Stefano Fassina e Nicola Fratoianni hanno avuto modo di ascoltare le proposte avanzate dalle organizzazioni sindacali.

SICET NAZIONALE

Sindacato Inquilini Casa e Territorio
Via Napoleone III n. 6 - 00185 Roma
Telefoni 064958701
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.