In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Sicet titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sitoinforma l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Global strike for future, Falotico: "Puntare su rigenerazione urbana per ridurre consumo di suolo"

b_400_267_16777215_00_images_immagini-articoli_20190920_GLOBAL_CLIMATE_STRIKE_TG101.JPG

No al consumo di suolo, sì alla rigenerazione urbana. Questo il messaggio lanciato dal segretario generale del Sicet Cisl, Nino Falotico, in occasione del terzo sciopero globale contro i cambiamenti climatici. "Oggi in tutto il mondo - commenta Falotico - milioni di giovani scendono in piazza per sollecitare i governi a mettere al centro delle loro agende gli effetti dei cambiamenti climatici. Si tratta di questioni che non riguardano un futuro immaginario ma il nostro stesso presente. Perciò il tempo di agire è adesso". Per il segretario del sindacato inquilini della Cisl "va ripensato complessivamente il modello economico per ridurre progressivamente la sua impronta ambientale e avviare la transizione ecologica verso un modello sostenibile. Gli ultimi dati sul consumo di suolo ci dicono che nel 2018 sono stati coperti da cemento o asfalto 57 chilometri quadrati di territorio, un dato che ci tiene ben lontani dagli obiettivi europei".

"Per questo serve un'accelerazione delle politiche di rigenerazione urbana. Oggi la sfida non è costruire nuove volumetrie - spiega Falotico - ma riqualificare il patrimonio abitativo pubblico e privato esistente riducendo al contempo i consumi energetici, ricucire il tessuto delle grandi città con un nuovo modello di mobilità sostenibile e dare organicità a questi interventi dentro la cornice di un grande piano di economia verde da sostenere con una calibrata politica di incentivi e disincentivi fiscali. Il documento sullo sviluppo sostenibile di Cgil Cisl Uil è una buona base di partenza per avviare una discussione con il governo e dare forza di legge con misure incisive alle rivendicazioni dei giovani che oggi manifestano per il loro e il nostro futuro", conclude il segretario del Sicet Cisl. 

SICET NAZIONALE

Sindacato Inquilini Casa e Territorio
Via G.M. Crescimbeni 25 - 00184 Roma
Telefoni 064958701 - 064958736
Fax 064958646